Si può curare il mal di testa con la riflessologia plantare?

L’emicrania è causata da diversi fattori: stress, mal di testa, mestruazioni, drastici cambiamenti di tempo, eccessivo lavoro o eccessivo tempo passato al computer. A prescindere dalla causa, però, la riflessologia plantare può aiutare ad alleviare il dolore donando sollievo alla persona afflitta da questo male.

Attraverso il massaggio plantare infatti si interviene sul punto che corrisponde alla zona interessata e, utilizzando le tecniche giuste, arrivare a diminuire se non a far scomparire completamente il dolore. La riflessologia plantare è una metodologia alternativa alla medicina. Alla base della sua metodologia vi è l’idea che nel piede vi siano concentrati dei riflessi che collegano questa parte del corpo a tutti gli organi, i tessuti e le parti dell’organismo.

Quando una parte del corpo, quindi, ha un malessere la riflessologia plantare interviene stimolando il riflesso corrispondente sul piede. Nel caso del mal di testa il riflessologo interverrà individuando in quale punto della pianta del piede risiede e la zona della testa.

Riflessologia plantare e teoria zonale: dove si trova la testa?

Anche se le cause del mal di testa sono tante. Bisogna tenere conto del fatto che la stimolazione del riflessologo avviene sul punto interessato e corrispondente, ma anche su tutto il piede. Questo proprio perché il benessere deve essere raggiunto dall’intero organismo. Per questo motivo è utile comprendere quali sono le zone del piede coinvolte.

Sarà possibile attraverso la spiegazione della mappa della riflessologia plantare.

mappa riflessologia plantare

Mappa del piede: curare il mal di testa con la riflessologia plantare

  • Innanzitutto bisogna considerare che il piede destro è corrispondente alla parte destra del corpo. Il piede sinistro parimenti corrisponde a quella sinistra. Lo stomaco, ad esempio, è localizzato soprattutto a sinistra. Basta massaggiare e applicare pressione su questo piede per alleviare dei disturbi gastrici.
  • La testa e il collo invece, si trovano nelle dita dei piedi e nella punta. Massaggiando, attraverso le tecniche giuste, questa zona garantirà un ottimo risultato sul mal di testa. Oltre al mal di testa effetti benefici per disturbi legati a cervicaletorcicollo, ecc
  • La colonna vertebrale, proprio per la sua conformazione, invece, corrisponde alla parte interna del piede;
  • Il petto e l’apparato respiratorio, invece, si trovano situate nella zona dei cuscinetti situata sotto le dita dei piedi;
  • Al centro del piede, invece, vi è la cosiddetta “area della vita“. Qui ci sono i punti riflessi dello stomaco, degli intestini e di tutto l’apparato digerente.
  • A corrispondere, invece, all’apparato riproduttore e alla zona pelvica, la pianta del piede.

Che cos’è il mal di testa?

Sembrerà una domanda banale ma così non è. Esistono infatti vari tipi di mal di testa con caratteristiche, peculiarità e particolarità talvolta difficili da individuare. Esse vanno tenute presenti se vogliamo utilizzare la riflessologia plantare in maniera veramente utile ed efficace. Bisogna prima di tutto distinguere il tipo di dolore che ci attanaglia e la zona o le zone in cui esso è localizzato.

Quanti mal di testa esistono?

  1. Emicrania. Si manifesta spesso in maniera forte e pulsante soltanto da un lato della testa ma tende a peggiorare se ci sono luci o rumori forti. Sono soprattutto le donne, a causa di scompensi ormonali, ad esserne afflitte. Ma questo è un tipo di mal di testa che talvolta per il fastidio procurato costringe la persona che ne cade vittima a interrompere le normali attività. L’emicrania può durare poco, ma a volte può attanagliare la persona per ore o, addirittura, per giorni. Nei casi gravi arriva anche a procurare vomito, nausea e tanti altri effetti collaterali.
  2. Cefalea tensiva. Il mal di testa più comune che spesso viene identificato come il “cerchio della testa”. Esso non è un dolore localizzabile con precisione ma che genericamente può colpire nuca, lati della testa e fronte. Generalmente sporadico, proprio per la sua breve intensità, potrebbe diventare, se frequente, cronico.
  3. Cefalea a grappolo. Mal di testa breve ma intenso e localizzato nella zona degli occhi, delle tempie e accompagnato da forte lacrimazione e naso tappato. Questa forma di dolore spesso dipende da una cattiva circolazione dei vasi sanguigni che premono sui nervi. Talvolta, è anche dovuto a fattori ereditari. spesso è ricorrente nel corso della giornata. Esso colpisce maggiormente gli uomini.

Rimedi contro il mal di testa

Al giorno d’oggi il mal di testa rappresenta una delle maggiori patologie che interessano quasi tutti. Esso colpisce ognuno almeno una volta la settimana chiunque. In base all’età e in base allo stile di vita le cause possono essere svariate. Per questo motivo, quindi, la ricerca dei rimedi giusti e del giusto modo per intervenire sono importanti.

Dietro una banale emicrania si possono nascondere tante problematiche. Queste, se non curate in tempo, rischiano poi di peggiorare le cose. Risulta decisivo, quindi, affidarsi alla riflessologia plantare. Questo non appena si avverte la continuità del mal di testa e risulti difficile comprenderne la causa scatenante.

Mal di testa e riflessologia plantare

Curare il mal di testa con il massaggio plantare: rimedi e metodi

Grazie al massaggio plantare, infatti, si può anche risalire a quale parte del corpo sia diretta causa del dolore, ad esempio. Proprio perché la riflessologia plantare non si occupa soltanto di intervenire solo e unicamente sulla parte disturbata. Essa vuole approcciarsi a tutto l’organismo attraverso una metodologia olistica per restituirgli l’equilibrio energetico fondamentale.

La riflessologia consentirà, allora, alla persona che presenta il disturbo, l’intervento nello specifico, sulla parte interessata direttamente. Sono tante, infatti, le cause del mal di testa e per questo motivoi rimedi non bastano mai da soli.  Servono persone che sappiano approcciarsi alla problematica nella maniera più efficace e opportuna.

Come prevenire il mal di testa?

Per prevenire il mal di testa, oltre a concederci un appuntamento fisso con la riflessologia plantare, sono tante le accortezze che possiamo tenere in considerazione. Innanzitutto bisogna considerare che una seduta di riflessoterapia dura dai 30 ai 40 minuti.

Integrare questa abitudine nel proprio stile di vita vuol dire non rinunciare mai alla cura di sé . Anzi essa aiuta a concedersi sempre quel tempo giusto. Essa servirà per poter godere dell’equilibrio energetico necessario e quel benessere fondamentali per affrontare la settimana con una grinta in più.

Altre forme di prevenzione del mal di testa sono:

  • Riposare il giusto tempo. Poche ore di sonno, infatti, causano quel mal di testa che denuncia, appunto, l’assenza delle ore giuste di riposo necessarie all’organismo per rigenerarsi. Fra le 7 e le 8 ore sono fondamentali per potersi sentire veramente bene. A lungo andare, la carenza di riposo, possono comportare nell’organismo dei danni gravi e generare una cronicizzazione dell’emicrania.

 

  • La postura scorretta può essere causa del mal di testa. Lavorare al pc o stare seduti troppo a lungo su sedie non ergonomiche o in posizioni poco corrette danneggiano non soltanto la colonna vertebrale. A risentirne infatti anche la testa, creando, in essa, appunto, dolore. Consultare un esperto e capire dove si sta sbagliando può aiutare a correggere la cattiva abitudine.

 

  • Avere delle scarpe di buona qualità ed evitare di indossare per lungo tempo scarpe scomode. Ad esempio quelle con il tacco alto, scegliendo, invece, un rialzo di pochi centimetri, aiutano la schiena ad assumere la postura giusta. Esse garantiscono la giusta distribuzione del peso del corpo sui piedi. Evitano quindi l’insorgere di cefalee ed emicranie.

 

  • L’attività fisica è importante non soltanto per prevenire il mal di testa, ma anche per scaricare stress, tensioni accumulate nel corpo e rimettere in moto il sistema circolatorio e linfatico.

 

  • Evitare di stare esposti al sole, specie in giornate calde ed estive, durante i mesi più caldi, evita sicuramente di correre il rischio di un mal di testa.

 

  • Mangiare bene e mettere a tavola una quantità e una qualità di cibo adeguati alle proprie esigenze energetiche, poi, sono l’ultimo step per vivere una vita sana, equilibrata e senza incursioni abitudinarie nel mal di testa.

 

 

Gli articoli contenuti in questa sezione hanno puro scopo divulgativo/informativo e non intendono sostituire il parere del medico. I contenuti di cui sopra pertanto non sostituiscono le pagine ufficiali dei corsi e dei prodotti, dove, invece, sono presenti informazioni aggiornate e dettagliate.

Leggi articolo precedente:
Corso riflessologia plantare Napoli
Corso riflessologia plantare Napoli

Corso riflessologia plantare Napoli: un'opportunità imperdibile Con il Corso riflessologia plantare Napoli potrai anche tu diventare un esperto nella riflessoterapia.  La...

Chiudi